1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Il Blog di Ugo Parisi

parisi

Ugo Parisi e' nato il 22 gennaio del 1960 a Napoli, e' laureato in Scienze Politiche, sposato e ha 4 figli, che segue giorno dopo giorno, nonostante i suoi numerosi impegni lavorativi.

» Leggi tutto...
Previous
Succ.

Scritto da Ugo Parisi 22 Maggio 2012

Ma pecché nun ve ne iate???????????????????????????????

politiciMa perché non ve ne andate????

E’ davvero così forte il senso di responsabilità che questi signori dei partiti, nessuno escluso, avvertono nei confronti dei cittadini  da non permettere loro di lasciare i ruoli che hanno e di abbandonare la politica, facendo, secondo me, un favore all’intera Nazione?

Ci credo veramente poco.

Crollo in verticale di tutte le formazioni politiche, trionfo dei cosiddetti grillini, apoteosi dell’astenzionismo, mancanza totale di riferimenti e ancora sentiamo dire che “SE ESAMINIAMO IL VOTO NON E’ DEL TUTTO NEGATIVO” o “BISOGNERA’ DARCI DA FARE PER DARE UNA SVOLTA CONCRETA” o, ancora, “SI TRATTA DI UN FENOMENTO PREVISTO ,UN CAMPANELLO D0ALLARME DA NON SOTTOVALUTARE” e nessuno, dico nessuno che abbia finalmente detto” CREDO PROPRIO CHE SIA GIUNTO IL MOMENTO DI LASCIARE” perché questi signori, semplicemente, non vogliono lasciare ma rimangono morbosamente attaccati non alle loro idee o ai loro ideali, ma semplicemente ai loro privilegi.


Scritto da Ugo Parisi 26 Aprile 2012

Egr. sig. Presidente Napolitano

napolitano10Caro Presidente Napolitano, io ho un grande rispetto per Lei, ma credo che proprio oggi 25 aprile festa della Liberazione, una giornata sicuramente emblematica ed importante per noi Italiani , devo dire che ascoltandola ho perso una parte del rispetto che avevo nei suoi confronti. L'ho sentita parlare di demagogia, di fiducia che bisogna dare ai partiti che rappresentano a suo dire tutto il nostro sistema democratico.

Ebbene Sig. Presidente io credo che il primo demagogo in questo caso sia stato proprio Lei , e sinceramente me ne dispiaccio molto, in pratica mi è caduto un mito, ma come è possibile asserire che non bisogna dare spazio a chi fa demagogia attaccando i partiti e dire che l'antipolitica è il male assoluto, quando tutti noi sappiamo bene che i partiti, almeno quelli classici, sono stati un fallimento e si sono rivelati essere il male peggiore della democrazia con le loro speculazioni le loro leggi ad personam, con le loro indebite appropriazioni e i veri e propri furti del denaro pubblico?

Dire che demagogia attaccare i partiti e l'unica vera demagogia.

Secondo Lei, c'è un rischio rappresentato dall'antipolitica , ma rifletta Presidente , si tratta solo della conseguenza di questa politica. Stipendi più bassi d'Europa, disoccupazione ai massimi mai registrati, aziende che continuano a chiudere o sono praticamente costrette al fallimento, pressione fiscale non più sopportabile, una scellerata scelta di rigore contestata addirittura da Mario Draghi che essendo, pare il suggeritore anche di alcune modifiche sul tema del lavoro , dovrebbe , e staremo a vedere, essere ascoltato , l'Europa che quasi sventola bandiera bianca a partire dalla sua più alta espressione , quel Parlamento Europeo in cui tutti noi bene o male avevamo creduto , ma al quale troppo o troppo poco è stato demandato, vedi l'attuale situazione in cui versiamo.


Scritto da Ugo Parisi 20 Aprile 2012

AVETE ROTTO

elsa-forneroLungi da me , qualsiasi volontà personale di mancare di rispetto alla Sig.ra Ministro Elsa Fornero o all’attuale esecutivo, guidato magistralmente dall’esimio Prof. Dr. Monti.

Però devo dire con tutta sincerità che dimostrano, almeno sulle materie del lavoro, sul cosiddetto sociale, di essere veramente , totalmente , palesemente impreparati  e demagoghi.

Si riempiono la bocca , nei loro , ormai, quotidiani interventi di belle parole che nulla hanno a che fare con le realtà che tutti noi quotidianamente viviamo.

Cosa sanno dell’ordinario, cosa sanno degli affanni giornalieri delle famiglie italiane, cosa sanno della difficoltà di trovare lavoro o del senso di impotenza che si prova sapendo che mai tuo figlio potrà, in queste condizioni avere un futuro.

Però li sentiamo parlare di cambiamenti di modernizzazione del mercato del lavoro , del fatto che il posto fisso è noioso e che chi viene licenziato deve essere più dinamico e mettersi volenterosamente alla ricerca di una nuova opportunità lavorativa, questa è la loro ricetta e non aggiungo altro.

Ora se questi signori meritano tutto il nostro rispetto , perché dal canto loro non devono rispettarci  nella stessa maniera, perché devono continuare ad offendere la nostra sensibilità e la nostra intelligenza con le loro STRONZATE ?!?

Il monopolio delle stronzate non è patrimonio di nessuno ma questi sigg.ri  veramente cominciano ad abusarne, permettendo ad un mucchio di intelligentoni dell’ultima ora di dirne delle belle sulle questioni del mercato del lavoro,  sostenendo tesi che a dir poco, fanno veramente fanno ridere.

AVETE ROTTO I COGLIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Veramente non se ne può più

Ma non ce ne staremo con le mani in mano a guardare.

Chiedo scusa per questo sfogo ma il sottoscritto, fortunatamente, non ha perso la propria bella capacità di scandalizzarsi e  mi auguro di potere  incontrare tanti altri amici altrettanto stanchi di queste situazioni e che si vogliano attivare insieme a me per esserci  in questo momento gravissimo, l’ignavia è il peccato più grave che si possa commettere  in momenti come questo, non facciamo che sia troppo tardi forse con un pò di buona volontà si può ancora fare qualcosa.

CLICCA PER VEDERE IL VIDEO
GUARDATE LA FORNERO MENTRE CONTINUA A DIRE SCIOCCHEZZE SULL'ART. 18"

2012-04-20 


Scritto da Ugo Parisi 18 Aprile 2012

UDITE UDITE

imuTutto va in malora, chi ha  una seconda casa, e questo si non sempre significa ricchezza, per pagare le tasse sarà costretto , molto probabilmente a venderla, industria in ginocchio pressione fiscale che ormai ha superato i limiti, progetti per la crescita che nel migliore dei casi potrebbero essere fattivi nel medio e lungo termine, siamo in piena regressione e i nostri partiti a cosa pensano...........

Al finanziamento pubblico dei partiti e a darsi battaglia sulla questione delle frequenze tv che rischia addirittura di far saltare l'allegra compagnia chiamata maggioranza di governo.

Avete visto Alfano come si sta battendo per salvaguardare gli interessi del suo padrone.

Perché non si sono battuti così per le pensioni , per le tasse o per i licenziamenti facili?????

Riflettete per quando saremo chiamati al voto

2012-04-18 



Pagina 3 di 5

Ultime notizie

Login

RSS Syndicator

Ugo Parisi Ugo Parisi

Video

CENSURATO DA TUTTE LE TV ITALIANE CONDIVIDERE è UN DOVERE
Lavoro, Fornero Su articolo 18 nessun tradimento
casus telefon
casus teleon
casus telefon