1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

PDFStampaE-mail

Egr. sig. Presidente Napolitano

napolitano10Caro Presidente Napolitano, io ho un grande rispetto per Lei, ma credo che proprio oggi 25 aprile festa della Liberazione, una giornata sicuramente emblematica ed importante per noi Italiani , devo dire che ascoltandola ho perso una parte del rispetto che avevo nei suoi confronti. L'ho sentita parlare di demagogia, di fiducia che bisogna dare ai partiti che rappresentano a suo dire tutto il nostro sistema democratico.

Ebbene Sig. Presidente io credo che il primo demagogo in questo caso sia stato proprio Lei , e sinceramente me ne dispiaccio molto, in pratica mi è caduto un mito, ma come è possibile asserire che non bisogna dare spazio a chi fa demagogia attaccando i partiti e dire che l'antipolitica è il male assoluto, quando tutti noi sappiamo bene che i partiti, almeno quelli classici, sono stati un fallimento e si sono rivelati essere il male peggiore della democrazia con le loro speculazioni le loro leggi ad personam, con le loro indebite appropriazioni e i veri e propri furti del denaro pubblico?

Dire che demagogia attaccare i partiti e l'unica vera demagogia.

Secondo Lei, c'è un rischio rappresentato dall'antipolitica , ma rifletta Presidente , si tratta solo della conseguenza di questa politica. Stipendi più bassi d'Europa, disoccupazione ai massimi mai registrati, aziende che continuano a chiudere o sono praticamente costrette al fallimento, pressione fiscale non più sopportabile, una scellerata scelta di rigore contestata addirittura da Mario Draghi che essendo, pare il suggeritore anche di alcune modifiche sul tema del lavoro , dovrebbe , e staremo a vedere, essere ascoltato , l'Europa che quasi sventola bandiera bianca a partire dalla sua più alta espressione , quel Parlamento Europeo in cui tutti noi bene o male avevamo creduto , ma al quale troppo o troppo poco è stato demandato, vedi l'attuale situazione in cui versiamo.

E dopo tutto questo Lei crede che bisogna ancora dar fiducia e sostenere i partiti ,e a quale scopo, per il bene di chi?

Del resto Presidente, ripeto, con tutto il rispetto che merita, non bisogna dimenticare che Lei è il prodotto di questi partiti che hanno contribuito a portare il nostro Paese e L'Europa tutta sull'orlo della rovina.

Correrò il rischio di essere demagogo anch'io Sig. Presidente, ma cercherò in ogni modo che a questi signori dei Partiti non sia data una ulteriore opportunità , del resto sappiamo già come andrebbe a finire.

Per finire , mi permette di essere demagogico un'ultima volta, è vero sig. Presidente che mentre molte persone sono portate sull'orlo del suicidio dall'attuale situazione economica, il nostro eccezionale governo ha comprato per la Modica cifra di 10.000.000,00  di Euro

(diecimilioni/00) , per l'acquisto di 40 auto blu per i nostri dirigenti?

Mi auguro che Lei non sia al corrente di questa cosa , altrimenti potrebbe correre il rischio di diventare demagogo o sbaglio????????

Commenti  

 
0 # Pietro 2012-04-26 09:09
Secondo me, al di la' dei partiti, bisogna cambiare tutto il sistema politico/elettorale del nostro paese a partire dal sistema adottato per le amministrative fino a quello adottato pe le politiche.
Questo farebbe cambiare la concezione di partito politico e darebbe la fotografia reale di cio' che volgiono gli italiani.
Infine credo che ogni popolo ha il governo che merita al di la' degli schieramenti.........bisogna scendere in piazza tutti uniti come fanno i Francesi.....Grazie per l'opportunità a preto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

casus telefon
casus teleon
casus telefon